Dove c’è scarsità di ideali, “serve” yoga breve

Una religiosità “sanguigna” come quella occidentale, dove il corpo e le sue richieste la fanno da padrona, ha da sempre delegato l’Attività Spirituale ai pochi Devoti Dedicati chiedendo al Fedele Ordinario momenti brevi di meditazione e preghiera. Quasi che i Devoti Dedicati fossero dei minorati fisici da relegare in luoghi seclusi. Perché tutta l’attività mentale delle persone considerate normali deve essere fisica. Ma tutto questo perché? Perché nei secoli la sopravvivenza prima e la disponibilità di risorse poi, hanno orientato l’essere umano a limitarsi al tangibile e al quotidiano. Nel mondo moderno, nello stress del mondo globale, la vita lascia insoddisfatti e la persona si sente inadeguata alle sfide incombenti. Inconsciamente, ma non consapevolente assetato di spiritualità cerca refrigerio in discipline confortanti, ma senza impegnarsi più di tanto. E adotta lo Yoga nella sua fase iniziale quella più a lui consona, quella materiale delle Asana. Tutto sommato è un bene, perché il vero Yoga, fatto di spiritualità è sovvertente e sovversivo in nazioni che si rifanno al Cristianesimo sulle Carte Costituzionali ma si ritagliano spazi enormi di violenza.

Sia interna che esportata. La compassione e la gioia non alloggiano nei nostri cuori. E allora limitiamoci allo Yoga fisico. Procedere nelle sue fasi più elevate ci porrebbe interrogativi etici con i quali il mondo del terzo millennio non è più in grado di confrontarsi se non dopo qualche bel genocidio.

(Giovanni David Canepa)

Diritti riservati

Annunci

Un pensiero su “Dove c’è scarsità di ideali, “serve” yoga breve

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...