Felici in relazione agli altri

Chi è superiore, lo dovremo apprezzare, dalla posizione di umili studenti, FELICI e da lui imparare perché ha raggiunto un livello a cui possiamo aspirare.

Da chi è al nostro livello dovremo cercare cooperazione e amicizia, dalla posizione di fraterni devoti, FELICI perché con l’amicizia si va più facilmente avanti.

Con chi è in una situazione più bassa dovremo essere misericordiosi, nella posizione di amorevole genitore FELICI e pronti a dare aiuto e rifugio, in modo che costui sia facilitato a portarsi almeno alla nostra posizione.

E se ci pensiamo questo è proprio il modo di essere leggeri, FELICI, svuotati dai nostri complessi che riversiamo sempre sugli altri.

(Giovanni D. Canepa)

Diritti Riservati

Annunci

2 pensieri su “Felici in relazione agli altri

  1. Salve Bh Piero,
    Premetto che questo articolo è tratto tra un dialogo tra Narada Muni e Druvha maharaj, prima che egli andasse nella foresta a causa dell’orgoglio ferito dalla matrigna. Narada provò a dargli istruzioni affinchè rimanesse nel suo ambiente e trovasse così soddisfazione.
    Ci sono due casi di “superiorità”. Quando noi siamo nel ruolo di superiori o quando dobbiamo riconoscere la superiorità altrui. Ben intuirai come entrambe le situazioni richietano una delicata gestione. Chiaramente il concetto di superiorità è relativo ad una dimensione fenomenica, in quanto come Atman, come nucleo vitale, questa superiorità non esiste. Dunque questa “superiorità” è relativa a fenomeni transitori ed è, di per se stesso, un fenomeno transitorio. “Tratta bene ogni essere perchè in un momento fututo potrebbe divenire tuo maestro”, essendo un fenomeno mutevole le situazioni sono soggette a ribalta. La tendenza mondana, normo-condizionata, è quella di invidare chi ci è superiore, essere competitivi con chi ci è pari e prevalere con chi è meno di noi. Questo crea un circolo vizioso in cui, invece di progredire assieme verso il successo comune, ci si affossa reciprocamente.
    Lo Yoga ci consiglia dinamiche opposte.
    Apprezzamento, cooperazione e compassione.

    Chiaramente non bisogna prendere questo orientamento, inferiore/pari/superiore, come avesse caratteristiche assolute. Questo ampia la visione. E permette di mantenere l’umiltà anche quando ci troviamo a relazionarci con qualcuno il cui status quo è meno vantaggioso del nostro.
    Normalmente non si parla neanche di una superiorità tutto tondo. “Quella persona è in tutto superiore rispetto a me” oppure “io sono superiore in tutto rispetto a quella persona”. Difficile è trovare persone che in tutto ci superino o, viceversa, che vengono superate da noi in toto. E forse mai riconosceremo, a causa del nostro coriaceo ego, se trovassimo la prima, e troppo facilmente invece crederemo di aver trovato la seconda, se non facciamo un lavoro di autocoscienza.
    Una delle faccie della vera umiltà è il sapere, con sincerità e sana introspezione, qual’è la nostra posizione sia assoluta, di esseri sad-cid-ananda, sia relativa in relazione ad altri corpi, ad altri condizionamenti e ad altri ego.
    Perciò potremmo iniziare ad apprezzare quelle qualità dell’altro che sono superiori alle nostre ed esserne FELICI. L’apprezzamento crea un circolo virtuoso per cui ogni individuo implicato in questo “cerchio empatico”. Se riusciamo a non generare nel nostro cuore un sentimento d’invidia, ma di apprezzamento, riusciremo facilmente ad imparare. Imparare è costruttivo, apprezzare è costruttivo, valorizzare è edificante.

    Per approfondimento puoi vedere anche questo articolo:
    https://enjoykirtanyoga.com/2010/11/19/sulla-critica/

    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...